Home

Le Acque di Vegetazione (AVG) dell’industria olearia costituiscono un problema ambientale, economico e sociale noto da moltissimo tempo. Questi reflui ricchi di sostanza organica difficilmente biodegradabile sono, infatti, fortemente inquinanti e non possono essere smaltiti con la depurazione biologica convenzionale.

Molti diversi metodi sono stati proposti e spesso adottati nel corso del tempo per tentare di risolvere il problema. I risultati sono stati e sono tuttora solitamente insoddisfacenti, tanto è vero che in tempi relativamente recenti il legislatore è intervenuto per rendere meno stringenti le condizioni di smaltimento.

home_2_600px

Il presente progetto ha come finalità l’individuazione di metodi relativamente semplici ed economicamente sostenibili, adatti all’applicazione distribuita nel territorio presso piccoli e medi impianti oleari. Ci si propone di trasformare le Acque di Vegetazione in compost umificato e stabile, eventualmente da restituire agli oliveti come fertilizzante e/o ammendante, oppure di utilizzare il refluo per la produzione di funghi commestibili di elevata qualità. In alternativa, le Acque di Vegetazione potrebbero essere la fonte economica di composti polifenolici naturali, preziosi antiossidanti, utilizzabili come nutraceutici e come componenti di alto valore in cosmetologia.